Stefano Cucchi Onlus

I limiti da non superare

Il dialogo, si diceva ieri. Non sempre è possibile, e certo anche lo scontro può far parte di un confronto. Noi crediamo – ed è così che vogliamo agire – che anche nel più duro degli scontri ci siano limiti da non superare. Il limite è quello della civiltà e naturalmente dell’assenza di reati.

Lo scontro che da tempo portano avanti alcuni rappresentanti sindacali con la famiglia di Stefano Cucchi, con il loro legale, Fabio Anselmo, vicepresidente di questa associazione, ma anche con altre famiglie legate a casi noti alle cronache, non accenna a placarsi, soprattutto dopo la chiusura delle indagini di poco tempo fa. Esternazioni irriguardose verso la famiglia Cucchi, ma anche verso l’avvocato Anselmo, pubbliche e gratuite valutazioni su aspetti privati e familiari, costanti attacchi il cui senso sfugge alle regole della civiltà.

Uno stile, quasi, che davvero non comprendiamo. Uno stile a nostro avviso confermato anche dal recente attacco alle istituzioni che il segretario generale del Sindacato Autonomo di Polizia, Gianni Tonelli, ha lanciato pochi giorni fa. Quando le agenzie di stampa hanno ripreso il commento del sindacalista rispetto alle posizioni formali assunte dal Governo nella replica alle interpellanze degli onorevoli Carlo Giovanardi e Mario Mauro.

Qui trovate una ricostruzione della vicenda a cui le interpellanze si riferiscono. Qui l’interpellanza di Giovanardi sul sito del Senato e qui il resoconto stenografico della risposta del governo con il sottosegretario di Stato per l’Interno, Domenico Manzione.

Queste le parole di Tonelli rispetto alla risposta dell’esecutivo: “Rimango profondamente disgustato e nauseato dalla risposta del Governo che non si può definire pilatesca ma truffaldina e falsa. Le accuse formulate dall’ex Capo della Polizia Alessandro Pansa su indicazione del Questore di Roma Niccolò D’Angelo, sono assolutamente false e questo risulta agli atti”.

Noi siamo per il rispetto delle istituzioni anche quando non siamo d’accordo. Siamo per una lotta per i diritti che sia civile e legale. Più organismi istituzionali facilmente individuabili nel Governo vengono qui attaccati: l’ex Capo della Polizia e il Questore di Roma. Tonelli è un pubblico ufficiale e la diffusione delle sue parole è avvenuta a mezzo stampa.

La gravità di queste parole e di questo comportamento per noi resta un modello a cui mai fare riferimento. Un livello dello scontro che potrebbe addirittura essere oltre la legalità. La gravità di queste parole non sfugga e sia di monito: la rabbia non superi mai i limiti della legalità e della civiltà.

Proveremo a costruire, non a distruggere. 

Condividi  Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone