Stefano Cucchi Onlus

Un nuovo inizio

È nata l’Associazione Stefano Cucchi Onlus!

L’idea e la voglia di costituire l’Associazione nasce dall’esperienza di questi sette anni, i sette anni trascorsi dalla morte di Stefano, che ci hanno insegnato come troppo spesso i temi che riguardano il rispetto dei diritti fondamentali dell’essere umano vengono posti all’ultimo gradino delle priorità in una società. Una società che è la nostra e che ha imparato ad osservarli in maniera distratta, con l’idea che riguardino sempre gli altri e mai noi stessi.

Noi crediamo che se è vero che la maggior parte delle cosiddette ‘persone normali’ non vivrà mai situazioni legate al mancato rispetto di quei diritti fondamentali, è altrettanto vero che quei temi, proprio per la loro natura, devono necessariamente riguardare ciascuno di noi.

E ciascuno di noi, nel suo piccolo, è tenuto a farsene carico.

Se vogliamo provare a immaginare una società meno ingiusta e meno preda della discrezionalità di chi ha potere c’è tanto lavoro da fare.

E noi abbiamo tanta voglia di farlo, assieme a tutti coloro che vorranno unirsi a noi!

Condividi  Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

2 Commenti

  1. Giusy

    A seguito di conflitti fra le 2 figlie ia madre è seguita da un amministratore di sostegno, un Avvocato che ha dato il potere ad una badante di mettermi alla porta, nonostante non vi sia un provvedimento del Giudice Tutelare o a me non l’abbia notificato nessuno.
    Sto richiedendo questo provvedimento alla Polizia Municipale e ai Carabinieri di Bellaria: ma mi dicono che non è loro competenza richiedere questo provvedimento ed allora come fanno a dire che non posso stare con mia madre nelle ore in cui vi è una determinata badante.
    Ed intanto mia mamma dice: non pensavo di finire i miei giorni con 2 badanti!
    Perchè nessuno ascolta le volontà di questa anziana che non ha memoria, ma ragiona con cognizione di causa!

    Rispondi
  2. Claudio

    Per non lasciare impuniti i colpevoli ,per non dare opportunità ad altri di esserlo, giustizia per Stefano e a tutti coloro che hanno subito la violenza di alcuni uomini crudeli,che infangono, i corpi e divise che indossano……..

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *